Pagina precedente Prossima pagina

Guida alla Chiesa del Rosario II parte.

Seconda cappella a destra.

La cappella fu fondata nel 1716 da Giovanni Donati, dopo la chiusura di un ingresso secondario della chiesa. Tipicamente settecentesco il decoro dell'ancona dalla linea spezzata e concava, che, ricco di elementi fogliacei, si conclude nell'esuberanza della cimasa.

Alle due figure di angeli in piedi sulle ampie volu­te della base, corrispondono altri due angeli nella parte superiore, in uno scambio di gesti e di sguardi, che sembra richiamare quella all'interno del dipinto raffigurante il Transito di San Giuseppe.

Posta sull'altare nel 1717, l'opera era stata commissionata dallo stesso Donati a Felice Torelli (Verona 1667-Bologna 1748). Rappresenta la salita al cielo del Santo accompagnato dal vorticoso movimento di un gruppo di angeli.

Seconda Cappella a destra Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Seconda Cappella

Nelle pareli laterali della cappella sono collocate le settecentesche statue in terracotta di San Nicola da Tolentino e Sant'Antonio da Padova, commissionate dalla famiglia Fanti. Sotto le nicchie si trovano i due gruppi in terracotta policroma raffiguranti, quello di destra, il Transito di San Giuseppe, e, quello di sinistra, la Natività con i pastori del centese Cesare Tiazzi, particolarmente attraente per la naturalezza della rappresentazione.

Natività Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Natività

Terza cappella a destra.

Fondata nel 1636, recava originariamente in nicchia la statua di Sant'Antonio da Padova. Rimossa e collocata nel secondo altare, fu sostituita con quella di San Domenico, di autore ignoto del XIX secolo, dopo che la cappella fu dedicata solennemente a San Domenico nel 1893.

Il Santo appare ben identificato nei numerosi suoi attributi: dalla stella sul capo, fonte di luce sopranaturale, al giglio. simbolo di castità del fondatore di un ordine monastico, al libro dei Vangeli, in quanto predicatore contro le eresie, alla corona del rosario, poichè al Santo si attribuisce comunemente l'istituzione e la diffusione di tale preghiera, al cane con la fiaccola accesa a simboleggiare il gioco di parole Domini canis.
Sulla cimasa dell'ancona, al centro di due volute che reggono angeli con le braccia alzate ad indicare il cielo, è collocato lo stemma dell'ordine domenicano, realizzato al momento della dedicazione della cappella.

Terza Cappella di destra Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Terza Cappella

Pagina precedente Prossima pagina



Copyright © 2009 - Confraternita del Guercino

Valid XHTML 1.0 Transitional 2009 - by Massimo Poli  CSS Valido!