Pagina precedente Prossima pagina

Guida alla Chiesa del Rosario VI parte.

La Via Crucis.

Le 14 stazioni della Via Crucis, opere del maestro torinese Ottavio Mazzonis, prossime ad essere completate con la Resurrezione, sono entrate a far parte del corredo artistico della chiesa nel maggio 2003.

Il fil rouge che congiunge la sensibilità dell'artista con quella del migliore Seicento emiliano, del Guercino in particolare, fa si che l'opera di Mazzonis, pur presentandosi come lavoro assolutamente originale, armonizzi con le preesistenze artistiche della chiesa.

Monumentale e intima al tempo stesso, questa speciale Via Crucis vive dei primi piani delle figure sullo sfondo di residue tracce iconiche; di un uso sapiente della luce: di panneggi mossi dal crepitio di una sorta di "vento cromatico"; della bellezza dei ritmi cadenzati che accompagnano la salita di Cristo al Calvario.

Via Crucis Ecce Homo Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Via Crucis Ecce Homo

L'iconografia consolidata da una lunga tradizione si presenta come rilettura nuova, coinvolgente e lirica, del tema scritturale, e induce a meditare sulla valenza simbolica del dolore nel suo progressivo manifestarsi come passione.

La croce, indivisibile dal destino storico-salvifico di Gesù, appare gradualmente sulla tela, la taglia trasversalmente, illuminata da una luce che ne sottolinea la presenza, ne quantifica il peso, ne drammatizza la funzione, fino a presentarsi in tutta la sua valenza simbolica, come coincidenza degli opposti: L'iconografia consolidata da una lunga tradizione si presenta come rilettura nuova, coinvolgente e lirica, del tema scritturale, e induce a meditare sulla valenza simbolica del dolore nel suo progressivo manifestarsi come passione.

Via Crucis 2-7 Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Via Crucis pale 2-7

Via Crucis 8-13 Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Via Crucis pale 8-13

Via Crucis sepoltura Chiesa del Rosario , Cento (FE)
Via Crucis sepoltura

Pagina precedente Prossima pagina



Copyright © 2009 - Confraternita del Guercino

Valid XHTML 1.0 Transitional 2009 - by Massimo Poli  CSS Valido!